logo stampa sportello


All’Università di Palermo comportamenti sostenibili
Iniziativa sui nuovi stili di consumo (05/11/2007)


Risparmiare energia e rispettare l'ambiente a partire da piccole abitudini quotidiane: più prodotti ecologici, più materiali riciclabili o biodegradabili, meno oggetti usa e getta, riduzione dei rifiuti. Anche portare via i resti di un pranzo al ristorante contribuisce a diminuire gli sprechi e i consumi di cibo.

Sta tutta nelle due parole “più” e “meno” la rivoluzione dei comportamenti sostenibili, promossa da '”More e less. Futuro e consumo. Nuovi stili di vita e di consumo”, l'iniziativa coordinata da Michele Argentino e Anna Catania, del dipartimento di Design dell'Università di Palermo, e promossa dall'UNESCO in occasione della Settimana del''educazione allo sviluppo sostenibile.

Le iniziative sono state presentate alla facoltà di Architettura di Palermo, durante il convegno che ha affrontato i temi della sostenibilità ambientale dei prodotti, dei servizi e dei processi produttivi delle imprese.

Dal 6 al 9 novembre, inoltre, si svolgerà un workshop dal titolo “Bag pack, nuovi stili di vita e di consumo-Packaging in carta” per 40 studenti, coordinati da Giulio Iacchetti, esperto di design industriale, con una mostra finale dei progetti realizzati. Tra i temi su cui fare sbizzarrire la fantasia degli aspiranti designer ci sarà il packaging da asporto, ovvero i contenitori per cibo non consumato al ristorante, ma interamente pagato, da portare via e finire di gustare comodamente a casa. Anche questa abitudine, ancora poco diffusa in Italia, contribuisce a limitare gli sprechi e i consumi di cibo.



Fonte: Vita , 05/11/2007



pubblicato: 08-11-2007 - modificato: 27-02-2009





chiudi finestra