logo stampa sportello


Lazio, al via la prima conferenza regionale per la salute mentale
L’obiettivo è diffondere il concetto di “curabilità” (09/10/2007)





Promossa dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, il 10 ottobre è la Giornata mondiale della salute mentale, un'importante occasione per riflettere su una problematica che riguarda sempre più persone nel mondo. La Caritas diocesana di Roma, impegnata nella diffusione di una nuova cultura della malattia mentale, promuove iniziative di sensibilizzazione e solidarietà sostenendo una cultura dell'accettazione e inclusione sociale nei confronti di coloro che hanno patologie psichiatriche, diffondendo il concetto di curabilità dei disturbi mentali e formando volontari che all'interno delle comunità parrocchiali si dedichino con particolare attenzione e sollecitudine ai malati e alle loro famiglie, collaborando con gli operatori dei Dipartimenti di salute mentale. Il 10 ottobre si svolge la prima Conferenza regionale per la salute mentale ("Affrontare la vita perché contiene salute e malattia") promossa dall'assessorato alla Sanità della Regione Lazio e dalla consulta regionale per la salute mentale, a cui aderisce la Caritas diocesana di Roma.

'Le comunità cristiane incontrano quotidianamente situazioni di sofferenza mentale, una forma di disagio trasversale a tutte le fasce di età e che, in determinati contesti di disagio, sfocia spesso in forme di abbandono. Una forma di povertà che deve interrogarci' dichiara Guerino Di Tora, direttore della Caritas diocesana di Roma. 'Un impegno prioritario è quello dell'attenzione alla persona per riaffermare la dignità di essere umano. Sconfiggere i pregiudizi, rompere l'isolamento, allargare i confini, consolidare la rete sociale e soprattutto riconoscere centralità e unicità della persona malata è quello che siamo chiamati a fare e vivere ogni giorno'.



Fonte: Redattore sociale , 09/10/2007






pubblicato: 15-10-2007 - modificato: 10-05-2012





chiudi finestra