logo stampa sportello


Antiproibizionismo


Movimento di opinione contrario a proibire o a penalizzare la vendita o il consumo di alcune sostanze psicoattive, all'interno del quale sono ospitate diverse correnti.

Un'ala più radicale è a favore della liberalizzazione delle sostanze, concetto attraverso cui si intende la assoluta libertà di commercio senza vincoli legislativi che non riguardino anche altri mercati, come per esempio quello alimentare. In questo sistema quello che adesso è chiamato spacciatore sarebbe un venditore al dettaglio, mentre il narcotrafficante sarebbe un grossista.

Più moderata la posizione di chi è favorevole alla legalizzazione delle sostanze. Vi sono i sostenitori di un percorso graduale attraverso varie sperimentazioni secondo il modello svizzero, che dal 1992 attua la sperimentazione della somministrazione controllata di eroina e ha previsto la depenalizzazione del consumo di droghe; e chi richiede l'immediata legalizzazione posta sempre sotto il controllo dello Stato. Le droghe sarebbero distribuite nelle farmacie o drogherie dietro ricetta medica in caso di droghe pesanti o senza alcuna prescrizione nel caso della cannabis. Su questo fronte viene preso in considerazione anche il modello olandese dei coffee shop.


Per approfondimenti e altre informazioni:
- Antiproibizionismo
- Associazione per i Diritti degli Utenti e dei Consumatori (ADUC)



pubblicato: 09-01-2003 - modificato: 29-09-2010





chiudi finestra