logo stampa sportello


Scuola: mense scolastiche e libri di testo



Per quanto riguarda la scuola sono le mense per i figli e la questione dei libri di testo a interessare in modo particolare le famiglie.

Le mense scolastiche
Il servizio di mensa nella scuola sia pubblica che privata è generalmente regolato da un contratto di appalto in cui l'ente appaltante enuncia e regola le specifiche di appalto: tipologia di servizio (in genere legame fresco-caldo, cioè cottura espressa di derrate alimentari fresche), menù e grammature per fasce di età.
I capitolati di appalto più evoluti trattano specificatamente anche particolari esigenze dietetiche per allergie e intolleranze: poiché il capitolato ha forza di specifica contrattuale il bambino in tal caso ha diritto alla dieta senza glutine. Nemmeno i capitolati più dettagliati descrivono per esplicito se l'onere di reperire i prodotti dietetici senza glutine sia dell'azienda di ristorazione o dell'utente, è implicito però che l'azienda stessa debba fornire il prodotto completo (comprese le materie prime) se vi è obbligo di rispondere a esigenze dietetiche particolari.
Nelle scuole pubbliche i capitolati di appalto sono documenti pubblici, ottenibili dall'amministrazione per la legge sulla trasparenza (Legge 7 agosto 1990, n. 241, "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi ", modificata e integrata dalla Legge 15 maggio 1997, n. 127, "Misure urgenti per lo snellimento dell'attività amministrativa e dei procedimenti di decisione e controllo").

In tutti gli asili pubblici le famiglie più bisognose possono usufruire dell'esenzione totale del ticket refezione. La documentazione richiesta per l'esenzione riguarda l'autocertificazione, il reddito del richiedente (da Modello 101 oppure Modello 740, oppure certificato di disoccupazione, oppure altro documento utile all'accertamento) ed eventuali altri documenti provanti lo stato di bisogno.

I documenti vanno presentati all'Ufficio assistenza del Comune e accompagnati da domanda in carta semplice indirizzata al Sindaco.

L'esenzione può essere richiesta all'inizio dell'anno scolastico.

Per quanto riguarda la scuola dell'obbligo, a seconda che lo studente frequenti una sezione sperimentale a tempo prolungato o a tempo pieno, il Comune di riferimento offre il servizio mensa cui le famiglie partecipano con il pagamento della retta misurata sulle fasce di reddito stabilite dal Comune stesso.

Per la dichiarazione dell'Indicatore Situazione Economica Equivalente (ISEE) è necessario rivolgersi ai Centri di Assistenza Fiscale (CAF) con la documentazione fiscale, prenotando un appuntamento.

Le famiglie che non presenteranno l'ISEE saranno attribuite alla fascia di reddito più alte.

Per approfondimenti e maggiori informazioni:
- Sulla sicurezza alimentare
- Sulla sicurezza dei prodotti alimentari (a cura dell'Unione Europea)
- Ristorazione scolastica - Comune di Torino


Libri scolastici
L'attuale normativa prevede che dall'anno scolastico 2008/2009 gli studenti hanno diritto a scaricare gratis da internet i libri online, laddove un testo si trovi legalmente su Internet, lo studente può farne copia gratis. In materia è intervenuta la circolare del Ministero dell'Istruzione MIUR n. 16 del 10 febbraio 2009 relativa all'anno scolastico 2009/2010 che inserisce fra i vincoli cui attenersi per la scelta dei libri di testo da parte del collegio dei docenti: la progressiva transizione ai libri di testo online o in versione mista in relazione alla disponibilità di proposte editoriali.
Fonte: Codacons


Per approfondimenti e maggiori informazioni:
- Misure di sostegno allo studio: Ministero dell'Istruzione
- Decreto 17 giugno 2011 del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali sulla ripartizione per il 2011 del Fondo nazionale per le politiche sociali
- Altroconsumo sulla spesa 2011 delle famiglie per i libri scolastici





pubblicato: 20-01-2003 - modificato: 15-11-2011





chiudi finestra