logo stampa sportello


Rifiuto assunzioni e sanzioni


Secondo l'art. 15 della Legge 12 marzo 1999, n. 68, nel caso in cui le aziende rifiutino di assumere il lavoratore disabile, la Direzione provinciale del lavoro redige un verbale che viene trasmesso agli uffici competenti e alla Magistratura.

Per le imprese private e gli enti pubblici economici che inviano in ritardo il prospetto periodico si applica la sanzione amministrativa del pagamento di 578,43 euro a cui vanno aggiunti 28,02 euro per ogni giorno di ulteriore ritardo.

Il prospetto periodico contiene il numero dei dipendenti dell'impresa o dell'ente, i nominativi delle persone disabili giÓ assunte, il numero di posti e mansioni disponibili per disabili.

La non assunzione della quota di disabili per oltre 60 giorni, per cause imputabili al datore di lavoro, comporta la sanzione di 57,15 euro per ciascun disabile che il datore non ha assunto, per ogni giorno lavorativo di non occupazione.

Le sanzioni sono disposte dalle Direzioni provinciali del lavoro. Il ricavato delle sanzioni viene versato al Fondo regionale per l'occupazione dei disabili.

Gli importi delle sanzioni sono adeguati ogni cinque anni con decreto ministeriale.



Fonte: Provincia di Torino




pubblicato: 22-01-2003 - modificato: 19-10-2010





chiudi finestra