logo stampa sportello


Assegno sociale



L'assegno sociale è una prestazione di carattere assistenziale che prescinde del tutto dal pagamento dei contributi e spetta ai cittadini che si trovino in disagiate condizioni economiche e in particolari condizioni reddituali previste dalla legge.
La verifica del possesso dei requisiti va fatta annualmente: l'assegno sociale è sempre liquidato con carattere di provvisorietà sulla base del reddito presunto.

Nell'anno successivo l'Inps opererà la liquidazione definitiva o la modifica o la sospensione sulla base delle dichiarazioni reddituali rese dagli interessati.
L'assegno sociale non è soggetto a trattenute IRPEF. Non è reversibile ai familiari superstiti ed è inesportabile.

A chi spetta
Hanno diritto all'assegno sociale i cittadini italiani che:
separatore hanno compiuto il 65° anno di età;
separatore risiedono effettivamente e abitualmente in Italia;
separatore sono sprovvisti di reddito, ovvero possiedono redditi di importo inferiore ai limiti stabiliti dalla legge.


In particolari condizioni possono avere diritto i cittadini comunitari, gli stranieri titolari di carta di soggiorno o di permesso di soggiorno CE per i cittadini soggiornanti di lungo periodo.
Dal 1° gennaio 2009, per avere diritto all'assegno sociale, come ulteriore requisito occorre avere soggiornato legalmente e in via continuativa in Italia per almeno 10 anni.

La domanda
Può essere inoltrata alla sede Inps, direttamente o tramite uno degli enti di Patronato riconosciuti dalla legge che assistono gratuitamente i lavoratori; ovvero inviata per posta a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento.
Il modulo di domanda è a disposizione presso le sedi Inps o gli enti di patronato o scaricabile dal sito dell'INPS e corredata della dichiarazione reddituale.

Quando spetta
L'assegno sociale decorre dal 1° giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda e in presenza di tutti i requisiti previsti dalla legge (età, cittadinanza, residenza effettiva e dimora abituale in Italia, requisiti reddituali).

Quanto spetta
La misura massima dell'assegno spettante è determinata dalla differenza tra il limite di reddito previsto annualmente e il reddito dichiarato.
In relazione all'entità del reddito personale e/o coniugale, l'assegno sociale può essere liquidato in misura intera o ridotta.
L'importo mensile dell'assegno è dato dalla misura massima spettante, divisa per 13 mensilità.

Fonte: INPS




pubblicato: 09-09-2002 - modificato: 04-01-2013





chiudi finestra