logo provincia di Torino
vai a areaMINORI vai a tipoNews
segui il nostro RSS (nuova finestra)    seguici su facebook (nuova finestra)    seguici su twitter (nuova finestra)

cerca nell'archivio
  • tipo ricerca
  •      

Valid XHTML 1.0 Strict   CSS Valido!
WCAG 1.0 (Level A)
Psicofarmaci, a Trento associazioni e istituzioni discutono il progetto di legge
Il testo prevede, tra l’altro, il divieto di test psicopatologici nelle scuole (08/01/2008)


Il Comitato dei cittadini per i diritti umani di Trento è stato invitato il 9 gennaio alla consultazione della Quarta Commissione permanente sul progetto di legge contro i test psicopatologici nelle scuole e l'uso di psicofarmaci sui bambini. Sono stati invitati anche l'Associazione famiglie numerose, l'Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri, l'Ordine dei farmacisti, l'Azienda provinciale per i servizi sanitari. Il disegno di legge (“Disposizioni in materia di uso di sostanze psicotrope su bambini e adolescenti", proponente il consigliere De Eccher) «ribadisce fermamente l'assoluta necessità del consenso informato, scritto e inequivocabile per quanto attiene all'eventuale trattamento di minori con psicofarmaci e sostiene il divieto di somministrazione di test psicopatologici nelle scuole». Un tema di cui operatori e istituzioni sentono tutta l'urgenza visto che proprio in Trentino, in Vallagarina, è in programma con il nuovo anno scolastico uno screening generalizzato all'interno di tutte le scuole elementari.

Il Comitato dei cittadini per i diritti umani ONLUS ha organizzato vari tavoli informativi a Pergine, Rovereto e Trento per raccogliere firme per una petizione in appoggio a questa proposta di legge che è stata firmata da più di 3400 cittadini. «Su questa materia si è già espresso anche il Consiglio regionale piemontese che - sottolinea il Comitato - il 30 ottobre 2007 ha approvato all'unanimità la Legge n. 405 “Norme in materia di uso di sostanze psicotrope su bambini ed adolescenti”. Questa legge è simile a quella presentata in Trentino. Infatti, punti cardine della legge sono l'art. 4, che vieta la somministrazione di test psicopatologici all'interno delle strutture scolastiche, e l'art. 3, che introduce l'obbligo del consenso informato che deve essere sottoscritto dai genitori del minore per i quali è stata proposta la somministrazione di psicofarmaci».



Fonte: Redattore sociale , 08/01/2008


pubblicato: 09-01-2008 - modificato: 09-04-2008




FORMATO STAMPA

torna alla pagina precedente    
   vedi anche:

Save the Children: «La crisi non fermi i provvedimenti per l’infanzia»
Non più rinviabili Garante per l’infanzia e Piano nazionale per l’infanzia (29/01/2008)


Cresce l’uso della rete e un pedofilo online su tre è abusante
I risultati delle indagini di Polizia postale e delle Telecomunicazioni (21/01/2008)


Muoiono ogni giorno nel mondo 26.000 bambini sotto i cinque anni
Presentato a Roma il Rapporto UNICEF 2008 (22/01/2008)


I pediatri appoggiano la campagna ministeriale sull’uso della televisione
Si tratta della campagna “Bambini e televisione: meglio non distrarsi” (11/01/2008)


Banca del latte materno di Chieti: raddoppiata la raccolta
Nel 2007 ha ricevuto 1.242,877 litri di latte (07/01/2008)


Home | Credits | Accessibilità | Termini e condizioni d’uso
Copyright © Città Metropolitana di Torino
Il sito è stato realizzato dall’ATI costituita da Apiceuropa Società Cooperativa, itaùt - information technology automazione di Gianfranco Osenga e da Pierangelo Bassignana
Sportello di informazione sociale - Via Bologna, n. 153 - 10152 Torino, Tel. 011.8614775 - Fax 011.8614844, E-mail: sportellosociale@provincia.torino.it
Numero Verde
  800666060