logo provincia di Torino
vai a areaVOLONTARIATO E TERZO SETTORE vai a tipoNews
segui il nostro RSS (nuova finestra)    seguici su facebook (nuova finestra)    seguici su twitter (nuova finestra)

cerca nell'archivio
  • tipo ricerca
  •      

Valid XHTML 1.0 Strict   CSS Valido!
WCAG 1.0 (Level A)
Cresce l’ecosensibilità per sette italiani su 10
Indagine dell’Eurisko (11/12/2007)


Per quasi sette italiani su 10, il 67%, cresce e si diffonde 'la sensibilità complessiva per i temi ambientali'. La fotografia la scatta un'indagine di Gfk-Eurisko, con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente, e viene presentata a Roma con un progetto, Mopambiente, di monitoraggio delle opinioni degli italiani sui principali temi di rilevanza ambientale condotta nel novembre 2007.

Secondo lo studio si mantiene molto alto 'il coinvolgimento personale sul tema dell'ambiente: sia in termini di attenzione personale (86%), sia in termini di consapevolezza del contributo individuale per ridurre l'inquinamento (88%)', ovvero l'autoefficacia. Secondo lo studio condotto da Gfk-Eurisko sulle opinioni degli italiani sui principali temi di rilevanza ambientale, 'la propensione a informarsi e a parlare di tematiche ambientali è più diffusa nei segmenti altamente scolarizzati, politicamente schierati, abitanti nei centri di maggior ampiezza e nel nord'.

Poi, rivela il monitoraggio, 'l'attenzione e l'autoefficacia mostrano una tendenziale relazione inversa: chi esprime maggior sensibilità ambientale esprime generalmente minor confidenza sulla propria autoefficacia (fanno eccezione gli elettori di centrosinistra)'.
Per quanto riguarda la soddisfazione dell'informazione istituzionale sull'ambiente, 'per il 78%' c'è una diffusa insoddisfazione, soltanto 'il 22% sembra soddisfatto'.

La richiesta di maggior informazione riguarda soprattutto 'la gestione dei rifiuti per il 34%, l'inquinamento atmosferico per il 30% e l'energia per il 18%'.

A occuparsi di informare dovrebbero essere 'le istituzioni locali per il 53%', con il comune che svetta alla quota del 32%, poi 'le istituzioni nazionali', con in testa il Ministero dell'Ambiente al 23%. Il canale preferito per l'accesso a informazione sull'ambiente è la televisione, mezzo principe per il 70%.



Fonte: Redattore sociale , 11/12/2007


pubblicato: 12-12-2007 - modificato: 10-05-2012




FORMATO STAMPA

torna alla pagina precedente    
   vedi anche:

Registro delle associazioni di promozione sociale
Aggiornato a febbraio 2012


Registro delle organizzazioni di volontariato
Aggiornato a febbraio 2012


Gli italiani e l’impegno sociale secondo l’Eurispes
Il Rapporto fotografa lo stato di salute del volontariato in Italia (25/01/2008)


Legambiente, PM10 alle stelle già nei primi giorni del 2008
All’Ilva di Taranto il primato dell’inquinamento industriale (22/01/2008)


Il Forum Sociale Mondiale diventa “diffuso”
Oltre 700 eventi organizzati in 80 Paesi (22/01/2008)


Ecco cosa fare per il disarmo
Controllarmi risponde a Massimo D’Alema (15/01/2008)


Home | Credits | Accessibilità | Termini e condizioni d’uso
Copyright © Città Metropolitana di Torino
Il sito è stato realizzato dall’ATI costituita da Apiceuropa Società Cooperativa, itaùt - information technology automazione di Gianfranco Osenga e da Pierangelo Bassignana
Sportello di informazione sociale - Via Bologna, n. 153 - 10152 Torino, Tel. 011.8614775 - Fax 011.8614844, E-mail: sportellosociale@provincia.torino.it
Numero Verde
  800666060