logo provincia di Torino
vai a areaMINORI vai a tipoNews
segui il nostro RSS (nuova finestra)    seguici su facebook (nuova finestra)    seguici su twitter (nuova finestra)

cerca nell'archivio
  • tipo ricerca
  •      

Valid XHTML 1.0 Strict   CSS Valido!
WCAG 1.0 (Level A)
Genova, oltre mille vittime di violenza e maltrattamento
Presentati i dati sul maltrattamento e l’abuso nel capoluogo ligure (21/11/2007)


Il 20 novembre si è celebrata la Giornata dei diritti dell'infanzia, il 19 novembre quella per la prevenzione della violenza subita dai minori. Questa seconda data - istituita da Women's World Summit Foundation e promossa in Italia dal Coordinamento Italiano dei Servizi contro il Maltrattamento e l'Abuso all'Infanzia ( CISMAI ) -, è stata l'occasione colta da Roberta Papi, assessore ai servizi socio-sanitari del Comune di Genova, per fare il punto sul disagio minorile nella città ligure. Insieme all'assessore, a presentare i dati e a riflettere sugli interventi dedicati, c'erano Adriano Sansa, presidente del Tribunale dei minorenni, Alessio Parodi, direttore generale ASL 3 genovese e Angela Lidia Grondona, responsabile dell'Unità operativa assistenza consultoriale.

Ma come definire il maltrattamento e l'abuso di minori? Il Consiglio d'Europa nel 1981 lo ha così definito: «Quell'insieme di atti e di carenze che turbano gravemente il bambino, attentando alla sua integrità corporea e al suo sviluppo fisico, affettivo, intellettivo e morale, le cui manifestazioni sono: la trascuratezza e/o le lesioni di ordine fisico e/o psichico e/o sessuale da parte di un familiare o di altri che hanno cura del bambino».

Una realtà che a Genova nel 2006 ha colpito 1034 minori. Di questi, il 57% ha tra i gli 11 e i 17 anni, il 28% tra i sei e i 10 anni, il restante 15% da zero a cinque anni. E se il 62% del totale è vittima di trascuratezza, ben il 34% subisce situazioni di carenza delle cure primarie e il 16% è vittima di maltrattamenti fisici. Ci sono poi un 6% di abusi presunti e un 3% di abusi accertati.

La metà delle violenze sui minori avviene in famiglia, ma allarmante è anche la situazione legata alla tratta e allo sfruttamento sessuale organizzato dalla malavita. Il Comune di Genova ha attivato su questo tema il progetto specifico “Sunrise”. L'anno scorso sono stati vittima di tratta e sfruttamento sessantuno minori e il presidente del Tribunale dei minorenni, Adriano Sansa, mette in guardia dall'omertà e invita ad essere tutti più attivi nel segnalare queste situazioni limite.

A Genova è attivo un gruppo di lavoro per il contrasto al maltrattamento e all'abuso sui minori; una realtà associata al CISMAI che attraverso un gruppo centrale e nove gruppi territoriali interistituzionali raccoglie dati sul fenomeno, avvia percorsi formativi e, a livello locale, svolge azioni di sensibilizzazione e di informazione e dove necessario effettua l'accompagnamento nel percorso di segnalazione di casi.



Fonte: Redattore sociale , 21/11/2007


pubblicato: 21-11-2007 - modificato: 02-03-2009




FORMATO STAMPA

torna alla pagina precedente    
   vedi anche:

Save the Children: «La crisi non fermi i provvedimenti per l’infanzia»
Non più rinviabili Garante per l’infanzia e Piano nazionale per l’infanzia (29/01/2008)


Cresce l’uso della rete e un pedofilo online su tre è abusante
I risultati delle indagini di Polizia postale e delle Telecomunicazioni (21/01/2008)


Muoiono ogni giorno nel mondo 26.000 bambini sotto i cinque anni
Presentato a Roma il Rapporto UNICEF 2008 (22/01/2008)


I pediatri appoggiano la campagna ministeriale sull’uso della televisione
Si tratta della campagna “Bambini e televisione: meglio non distrarsi” (11/01/2008)


Banca del latte materno di Chieti: raddoppiata la raccolta
Nel 2007 ha ricevuto 1.242,877 litri di latte (07/01/2008)


Psicofarmaci, a Trento associazioni e istituzioni discutono il progetto di legge
Il testo prevede, tra l’altro, il divieto di test psicopatologici nelle scuole (08/01/2008)


Home | Credits | Accessibilità | Termini e condizioni d’uso
Copyright © Città Metropolitana di Torino
Il sito è stato realizzato dall’ATI costituita da Apiceuropa Società Cooperativa, itaùt - information technology automazione di Gianfranco Osenga e da Pierangelo Bassignana
Sportello di informazione sociale - Via Bologna, n. 153 - 10152 Torino, Tel. 011.8614775 - Fax 011.8614844, E-mail: sportellosociale@provincia.torino.it
Numero Verde
  800666060