logo provincia di Torino
vai a areaMINORI vai a tipoNews
segui il nostro RSS (nuova finestra)    seguici su facebook (nuova finestra)    seguici su twitter (nuova finestra)

cerca nell'archivio
  • tipo ricerca
  •      

Valid XHTML 1.0 Strict   CSS Valido!
WCAG 1.0 (Level A)
In Italia 50.000 minori non accompagnati in sette anni
La nuova ricerca del Cesvot (06/11/2007)


Storie minori, di adolescenti stranieri non accompagnati. Quali percorsi di accoglienza per loro? Questo il tema di fondo di un'indagine promossa dal Centro servizi per il volontariato della Toscana (Cesvot), pubblicata nella collana “I Quaderni” (n.36) realizzata da Monia Giovannetti, già autrice del rapporto ANCI sui minori stranieri, in collaborazione con ARCI Toscana. Al centro dell'indagine, Storie minori. Percorsi di accoglienza e di esclusione dei minori stranieri non accompagnati”, un fenomeno poco noto che in Italia si è manifestato soprattutto negli ultimi anni, ovvero quello dei minori stranieri che intraprendono un progetto migratorio da soli, senza nessun familiare o persona che si occupi di loro e che per loro sia responsabile. Il volume ricostruisce attraverso dati aggiornati e ricognizioni sul campo il quadro del fenomeno in Italia e in Toscana, dai riferimenti normativi alle politiche di accoglienza, dagli aspetti sociologici ai percorsi di integrazione, per poi offrire un'analisi dei percorsi di accoglienza dei minori stranieri non accompagnati a Prato.

La ricerca è corredata da 11 storie di vita di minori stranieri non accompagnati e 12 interviste a “testimoni privilegiati”, assistenti sociali, giudici, responsabili di comunità di accoglienza, operatori di polizia. Negli ultimi sette anni i minori stranieri non accompagnati segnalati in Italia sono stati oltre 50.000, con una media annuale di circa 7700 minori. Nel 2006 sono stati oltre 6500. Le regioni da cui provengono il maggior numero di segnalazioni sono la Lombardia, il Lazio, la Toscana, il Piemonte, l'Emilia-Romagna e il Friuli. Nel 2006 in Toscana sono stati segnalati 383 minori stranieri non accompagnati, nel 2000 erano 993. Il 73% dei minori non accompagnati segnalati al Comitato minori stranieri sono adolescenti di età compresa tra i 15 e i 17 anni, il 25% ha un'età compresa tra i sette e i 14 anni. Tra i minori stranieri segnalati vi è una nettissima maggioranza di maschi (85%). La gran parte proviene da Romania (37%), Marocco (22%) e Albania (15%). Si tratta di adolescenti e giovanissimi che arrivano soli e “clandestinamente” nel nostro Paese, spesso con l'accordo delle famiglie di origine, spinti dalla speranza di trovare un lavoro e un futuro migliore.

Due sono i percorsi che si aprono ai minori stranieri che giungono soli nel nostro Paese: il loro rapido inserimento nelle reti (e nel sapere) dell'immigrazione irregolare, oppure l'ingresso nel sistema di accoglienza e integrazione offerto dal territorio. Come mostrano i dati e le storie di vita pubblicate nel volume, se il minore riesce ad entrare subito in contatto con le forze di polizia o con altri connazionali integrati, allora può con maggiore facilità e rapidità entrare nel sistema dei servizi offerti dall'amministrazione e dal volontariato locale e dunque trovare accoglienza e integrazione sul territorio. «È necessario acquisire la consapevolezza che quello dei minori stranieri non accompagnati non è un problema di emergenza - sottolinea Monia Giovannetti - ma un problema emergente, destinato ad accompagnarci stabilmente per i prossimi decenni».

La ricerca, consultabile sul sito Internet del Cesvot , sarà presentata giovedì 15 novembre a Marina di Carrara (Ms), nell'ambito della decima edizione della rassegna “Dire&Fare”.



Fonte: Redattore sociale , 06/11/2007


pubblicato: 08-11-2007 - modificato: 27-02-2009




FORMATO STAMPA

torna alla pagina precedente    
   vedi anche:

Albo delle cooperative sociali
Aggiornato a febbraio 2012


Registro delle associazioni di promozione sociale
Aggiornato a febbraio 2012


Registro delle organizzazioni di volontariato
Aggiornato a febbraio 2012


Save the Children: «La crisi non fermi i provvedimenti per l’infanzia»
Non più rinviabili Garante per l’infanzia e Piano nazionale per l’infanzia (29/01/2008)


Cresce l’uso della rete e un pedofilo online su tre è abusante
I risultati delle indagini di Polizia postale e delle Telecomunicazioni (21/01/2008)


Muoiono ogni giorno nel mondo 26.000 bambini sotto i cinque anni
Presentato a Roma il Rapporto UNICEF 2008 (22/01/2008)


Home | Credits | Accessibilità | Termini e condizioni d’uso
Copyright © Città Metropolitana di Torino
Il sito è stato realizzato dall’ATI costituita da Apiceuropa Società Cooperativa, itaùt - information technology automazione di Gianfranco Osenga e da Pierangelo Bassignana
Sportello di informazione sociale - Via Bologna, n. 153 - 10152 Torino, Tel. 011.8614775 - Fax 011.8614844, E-mail: sportellosociale@provincia.torino.it
Numero Verde
  800666060