logo provincia di Torino
vai a areaHANDICAP vai a tipoNews
segui il nostro RSS (nuova finestra)    seguici su facebook (nuova finestra)    seguici su twitter (nuova finestra)

cerca nell'archivio
  • tipo ricerca
  •      

Valid XHTML 1.0 Strict   CSS Valido!
WCAG 1.0 (Level A)
Lazio, al via la prima conferenza regionale per la salute mentale
L’obiettivo è diffondere il concetto di “curabilità” (09/10/2007)





Promossa dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, il 10 ottobre è la Giornata mondiale della salute mentale, un'importante occasione per riflettere su una problematica che riguarda sempre più persone nel mondo. La Caritas diocesana di Roma, impegnata nella diffusione di una nuova cultura della malattia mentale, promuove iniziative di sensibilizzazione e solidarietà sostenendo una cultura dell'accettazione e inclusione sociale nei confronti di coloro che hanno patologie psichiatriche, diffondendo il concetto di curabilità dei disturbi mentali e formando volontari che all'interno delle comunità parrocchiali si dedichino con particolare attenzione e sollecitudine ai malati e alle loro famiglie, collaborando con gli operatori dei Dipartimenti di salute mentale. Il 10 ottobre si svolge la prima Conferenza regionale per la salute mentale ("Affrontare la vita perché contiene salute e malattia") promossa dall'assessorato alla Sanità della Regione Lazio e dalla consulta regionale per la salute mentale, a cui aderisce la Caritas diocesana di Roma.

'Le comunità cristiane incontrano quotidianamente situazioni di sofferenza mentale, una forma di disagio trasversale a tutte le fasce di età e che, in determinati contesti di disagio, sfocia spesso in forme di abbandono. Una forma di povertà che deve interrogarci' dichiara Guerino Di Tora, direttore della Caritas diocesana di Roma. 'Un impegno prioritario è quello dell'attenzione alla persona per riaffermare la dignità di essere umano. Sconfiggere i pregiudizi, rompere l'isolamento, allargare i confini, consolidare la rete sociale e soprattutto riconoscere centralità e unicità della persona malata è quello che siamo chiamati a fare e vivere ogni giorno'.



Fonte: Redattore sociale , 09/10/2007





pubblicato: 15-10-2007 - modificato: 10-05-2012




FORMATO STAMPA

torna alla pagina precedente    
   vedi anche:

Centro Informazione Disabilità  - CID
Report delle attività


Turismo accessibile sulle Alpi italo-francesi
L’esperienza del progetto europeo "Una montagna per tutti"


Una montagna per tutti
turismo, disabilità e fruizione del territorio montano


Parma, per gli studenti stranieri disabili semplificato l’accesso all’università
Convenzione tra l’Ateneo e l’Azienda USL (29/01/2008)


L’Italia è ancora lontana da una cultura dell’accessibilità
Le parole di Vincenzo Langella della UILDM di Torino (29/01/2008)


Il rispetto dei diritti umani, primo obiettivo per chi opera con i disabili
La Ledha promuove a Milano un corso sulla presa in carico (21/01/2008)


Home | Credits | Accessibilità | Termini e condizioni d’uso
Copyright © Città Metropolitana di Torino
Il sito è stato realizzato dall’ATI costituita da Apiceuropa Società Cooperativa, itaùt - information technology automazione di Gianfranco Osenga e da Pierangelo Bassignana
Sportello di informazione sociale - Via Bologna, n. 153 - 10152 Torino, Tel. 011.8614775 - Fax 011.8614844, E-mail: sportellosociale@provincia.torino.it
Numero Verde
  800666060