Città Metropolitana di Torino logo
vai a areaVOLONTARIATO E TERZO SETTORE vai a tipoDocumentazione
segui il nostro RSS (nuova finestra)    seguici su facebook (nuova finestra)    seguici su twitter (nuova finestra)

cerca nel sito
  • tipo ricerca
  •      
Se l'azzardo sponsorizza il sociale
Un'inchiesta di "Redattore sociale" (29/09/2014)

Č lungo l'elenco delle realtā non profit che accettano sponsorizzazioni dalle multinazionali del gioco d'azzardo.
Nel 2013 Gtech-Lottomatica ha destinato a "sponsorizzazioni, aiuti, liberalitā e beneficenza" 10,7 milioni di euro (11,5 nel 2012), mentre Sisal 2,3 milioni di euro (1,8 nel 2012). E hanno sostenuto progetti di Save the children, Italiacamp, Color your life, Comunitā nuova di don Gino Rigoldi, Airc, Fondazione Umberto Veronesi, Arisla, Aibi, Emergency, Comunitā di sant'Egidio, Lazio basket in carrozzina, Moige, Fondazione Make a wish. Inoltre campagne come Telethon e eventi come il Meeting di Rimini di Comunione e Liberazione.
Una scelta non indifferente, visto che un'altra parte del mondo non profit e del terzo settore ha creato campagne e associazioni proprio per contrastare la diffusione di slot machine, gratta e vinci e altri giochi, diffusi ora anche su Internet. Tra i progetti sostenuti da Sisal e Lottomatica ce ne sono molti a favore dei minori. "Abbiamo rinnovato il nostro impegno verso la comunitā con un piano di intervento volto a sostenere la formazione, il talento, l'aggregazione sociale positiva, l'arte, la cultura e la ricerca", afferma Emilio Petrone, amministratore delegato del Gruppo Sisal, nella presentazione del bilancio sociale. Mentre Lottomatica aggiunge che il suo obiettivo č quello di "ottimizzare la crescita del business agendo in modo etico, responsabile, sicuro e legale".
Sisal e Lottomatica, insieme ai Monopoli di Stato e ad altre societā del settore (Codere, Eurobet, HBG Gaming e Snai), promuovono "Il gioco fa rotta sulla ricerca", con cui sostengono Telethon. In occasione delle maratone promosse da Telethon, i punti vendita diventano luoghi in cui č possibile andare a donare, anche senza effettuare giocate. In dieci anni hanno raccolto circa cinque milioni di euro: considerando che tutte le societā che aderiscono hanno una rete complessiva di circa 130.000 punti vendita, vuol dire che ciascun punto vendita ha raccolto in media solo 37 euro in 10 anni. La sola Sisal ha anche sostenuto quattro raccolte fondi di altrettante associazioni (Telethon, Fondazione Veronesi, Arisla e Save the children) raccogliendo 2,8 all'anno per ogni punto vendita.
Molto perplesso il sociologo Maurizio Fiasco, che spiega come a suo parere questi bilanci sociali sono solo "operazioni marketing e non responsabilitā sociale d'impresa".

Fonte: Redattore sociale


pubblicato: 30-09-2014 - modificato: 03-10-2014




FORMATO STAMPA

torna alla pagina precedente    
   vedi anche:

Come gestire emergenze e soccorso in presenza di persone con disabilitā
Qualche dritta su manovre di spostamento, comunicazione e soccorso


3 dicembre - Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilitā
La Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap lancia la campagna #INMYPLACE


Cittā sicura - Vigili nelle borgate
8 ottobre al Parco San Sebastiano a Grugliasco


L'Oasi, un'area verde come luogo di sens-azioni
Laboratorio di giardinaggio aperto a tutta la cittadinanza, un luogo di incontro e socializzazione.


Servizio civile, 4 progetti per ragazzi tra i 18 e 28 anni
Finanziati dal dipartimento per le Libertā Civili e l'Immigrazione della Prefettura di Torino, verranno avviati negli uffici del ministero e nelle prefetture dopo l'estate. Le domande entro il 31 luglio ore 14


Migrazione e disabilitā: invisibili nell'emergenza
I primi risultati della ricerca "Migranti con disabilitā: conoscere il fenomeno per tutelare i diritti"


Home | Credits | Accessibilità | Termini e condizioni d’uso
Copyright © Città Metropolitana di Torino
Il sito è stato realizzato dall’ATI costituita da Apiceuropa Società Cooperativa, itaùt - information technology automazione di Gianfranco Osenga e da Pierangelo Bassignana
Sportello di informazione sociale - Via Bologna, n. 153 - 10152 Torino, Tel. 011.8614775 - Fax 011.8614844, E-mail: sportellosociale@provincia.torino.it

Numero Verde
  800666060