Città Metropolitana di Torino logo
home page
segui il nostro RSS (nuova finestra)    seguici su facebook (nuova finestra)    seguici su twitter (nuova finestra)

cerca nel sito
  • tipo ricerca
  •      
Dal malamore al femminicidio
Serie di incontri alla Fondazione Carlo Molo, via Sacchi 42/F, Torino


La Fondazione Carlo Molo, che da anni si occupa di sessuologia, di problemi legati alla coppia e di identità di genere, porta il suo contributo all'analisi della terribile escalation di femminicidi nel nostro Paese e ha organizzato una serie di incontri (curati da Sonia Rossato, psicologa del Centro Donna della Città di Collegno e dal progetto Ampliamento Strategie Implementazione Integrazione Reti (ASIIR) del Comune di Torino.
La violenza intrafamiliare è un fenomeno trasversale che interessa ogni strato sociale, economico e culturale, senza differenze di etnia, di religione o di età. I dati prodotti dall'ISTAT indicano che una donna su cinque, nel corso della vita, è stata vittima di violenza fisica, sessuale e psicologica a opera prevalentemente del partner o dell'ex partner. Nonostante questo, la violenza è difficile da concepire e da riconoscere anche quando tocca da vicino, avviene nelle proprie case e non la si può riferire a forme di patologia individuali o sociali.
Gli incontri vogliono indagare e migliorare la cultura intorno al tema della violenza verso le donne e attivare processi di sensibilizzazione che:
- rendano riconoscibili le condotte aggressive e maltrattanti;
- favoriscano la possibilità di interrompere o trasformare i legami violenti;
- facilitino lo svelamento di dinamiche troppo spesso celate da forti sentimenti di paura dell'abbandono e di esposizione al pericolo, di colpa e di vergogna;
- affrontino le dinamiche psicologiche e i cambiamenti socio culturali del ruolo maschile all'interno del delle relazioni affettive;
- informino sugli aspetti legislativi in vigore.
Gli incontri si svolgono di lunedì con cadenza mensile, alle ore 20.30, nella sede della Fondazione Carlo Molo a Torino, in via Sacchi 42/F. L' ingresso è gratuito.


Calendario degli incontri

Lunedì 24 marzo 2014, ore 20.30
Malamore, violenza, femminicidio: un'escalation che si può arrestare
A cura di Sonia Rossato, psicologa Centro Donna della Città di Collegno e progetto ASIIR del Comune di Torino e Sara Filippi, psicologa Centro Donna della Città di Collegno

Lunedì 28 aprile 2014, ore 20.30
Nessuna colpa, nessuna vergogna. Le colpe del sistema, la parola delle donne
A cura di Stefania Doglioli, Presidente Centro Studi e Documentazione Pensiero Femminile e Natascia de Matteis, coordinatrice per il CSDPF dei progetti ASIIR e MARIPOSAS

Lunedì 12 maggio 2014, ore 20.30
Chi sono i maltrattanti?
A cura di Domenico Matarozzo dell' Associazione "Il Cerchio degli Uomini"

Lunedì 9 giugno 2014, ore 20.30
La donna nelle aule dei tribunali: la norma di legge, l'interpretazione giurisprudenziale e l'orientamento socio-culturale
A cura di Claudia Gardi, avvocato civilista del Centro Donna della Città di Collegno e Federica Annaratone avvocato penalista del Centro Donna di Collegno




Le associazioni coinvolte

Centro Donna
Uno spazio per l'accoglienza e l'ascolto delle donne che attraverso le opportunità offerte dal territorio, valorizza le risorse e costruisce reti. Nato dall'impegno e dalla progettualità condivisa dell'Assessorato alle Politiche di genere del Comune di Collegno e di ARCI Valle Susa. Il Centro Donna offre consulenze gratuite di orientamento attraverso il contributo di donne professioniste nell'ambito psicologico, legale e della ricerca del lavoro

Progetto Ampliamento Strategie Implementazione Integrazione Reti (ASIIR)
Contro la violenza di genere e stalking, è coordinato dal Servizio Pari Opportunità della Città di Torino. Il progetto si sviluppa in area provinciale e ha come obiettivi: prevenzione e contrasto al fenomeno della violenza e implementazione della rete territoriale dei soggetti istituzionali e del privato sociale impegnate sul tema

Centro Studi Pensiero Femminile
Nato a Torino nel 1955 da un gruppo di donne, studiose, docenti universitarie e giornaliste per raccogliere il materiale prodotto dal femminismo in Italia, per classificarlo, conservarlo e metterlo a disposizione delle/degli studiose/si. È uno dei Centri di documentazione delle donne associato alla Rete Lilith che collega i CDD italiani e che cura la catalogazione informatica di libri e documenti prodotti dal movimento delle donne

Associazione Il Cerchio degli Uomini ONLUS
Dal 2004 lavora prevalentemente su tematiche inerenti la violenza, la violenza alle donne, il ruolo del padre, la condivisione famigliare e il ruolo di cura al maschile, la parità tra i sessi e il riconoscimento delle differenze, conflitti e comunicazione di genere


Per informazioni:
Fondazione Carlo Molo ONLUS
Barbara Ravizza, tel. 011.5805444 (dal lunedì al venerdì, ore 17-19);
e-mail: cssessuologiaclinica@yahoo.it



pubblicato: 21-03-2014 - modificato: 07-05-2014




FORMATO STAMPA

torna alla pagina precedente    
   vedi anche:

Ospitare rifugiati in casa, ecco il sito web che fa incontrare domanda e offerta
Anche in Italia l'esperienza di Refugées Welcome


L'accoglienza dei profughi
Vademecum della Regione Piemonte


L'indagine sulle persone senza dimora e le linee di indirizzo per migliorare le politiche
Superare la logica dell'emergenza, interventi integrati e 100 milioni di risorse contro la povertà estrema


Il mondo sommerso delle cure negate.
Indagine a Torino


La disabilità in Italia in numeri
Indagine ISTAT


Bambinisenza. Origini e coordinate delle povertà minorili
L'Atlante dell'Infanzia a rischio, un'indagine sulle privazioni dei minori in Italia


Home | Credits | Accessibilità | Termini e condizioni d’uso
Copyright © Città Metropolitana di Torino
Il sito è stato realizzato dall’ATI costituita da Apiceuropa Società Cooperativa, itaùt - information technology automazione di Gianfranco Osenga e da Pierangelo Bassignana
Sportello di informazione sociale - Via Bologna, n. 153 - 10152 Torino, Tel. 011.8614775 - Fax 011.8614844, E-mail: sportellosociale@provincia.torino.it

Numero Verde
  800666060