Città Metropolitana di Torino logo
vai a areaVOLONTARIATO E TERZO SETTORE vai a tipo
segui il nostro RSS (nuova finestra)    seguici su facebook (nuova finestra)    seguici su twitter (nuova finestra)

cerca nel sito
  • tipo ricerca
  •      

Valid XHTML 1.0 Strict   CSS Valido!
WCAG 1.0 (Level A)
Il Registro delle organizzazioni di volontariato
Iscrizione, normativa, burocrazia




Il Registro
Il Registro è articolato in 9 sezioni, individuate secondo aree omogenee di attività:
1. Socio-assistenziale;
2. Sanitaria;
3. Impegno civile e tutela e promozione dei diritti;
4. Protezione civile;
5. Tutela e valorizzazione dell'ambiente;
6. Promozione della cultura, istruzione, educazione permanente;
7. Tutela e valorizzazione del patrimonio storico ed artistico;
8. Educazione motoria, promozione delle attività sportive e tempo libero
9. Organismi di collegamento e coordinamento.

Ai sensi dell'art. 4 della Legge regionale 38/94 il Registro viene pubblicato periodicamente sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte.
Possono iscriversi al Registro le associazioni di volontariato aventi sede nella Provincia di Torino che svolgono attività solidaristica a favore di terzi e che si avvalgono prevalentemente delle prestazioni volontarie, personali e gratuite dei propri aderenti.
Gli Statuti delle associazioni di volontariato devono possedere i requisiti espressamente previsti della Legge 11 agosto 1991, n. 266.


Modalità e modulistica per l'iscrizione

Le istanze devono essere spedite o presentate a mano in orario di apertura all'Ufficio Terzo settore.

Le istanze relative alle sezioni "Protezione civile", "Tutela e valorizzazione dell'ambiente", "Promozione della cultura, istruzione, educazione permanente", "Tutela e valorizzazione del patrimonio storico ed artistico", "Educazione motoria, promozione delle attività sportive e tempo libero" sono trasmesse dall'Ufficio Terzo Settore ai Servizi individuati dalla D.G.P. n. 763-135900 del 18/06/2002 come competenti per le suddette sezioni.


Scheda Iscrizione

Istanza Iscrizione


La normativa

Legge 8 novembre 2000, n. 328: Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali

Legge regionale Piemonte 8 gennaio 2004, n. 1: Norme per la realizzazione del sistema regionale integrato di interventi e servizi sociali e riordino della legislazione di riferimento

Legge 11 agosto 1991 n. 266: Legge-quadro sul volontariato
Legge regionale Piemonte 29 agosto 1994, n. 38: Valorizzazione e promozione del volontariato
D.G.R. n. 38-2389 del 5 marzo 2001: L.R. 38/94, artt. 3 e 4 - Registro regionale del volontariato - Istituzione della sezione "Organismi di collegamento e coordinamento" e approvazione dell'articolazione delle sezioni del registro nonché dei requisiti e delle procedure per l'iscrizione
D.G.R. n. 35-3394 (B.U. n. 30 del 25.07.01): LL.RR. nn. 38/94 e 5/01 - Disciplina delle sezioni provinciali e regionale degli organismi di collegamento e coordinamento delle Organizzazioni di volontariato. Integrazione alla D.G.R. n. 38-2389 del 05.03.01
D.M. 14 febbraio 1992: Obbligo alle organizzazioni di volontariato ad assicurare i propri aderenti, che prestano attività di volontariato, contro gli infortuni e le malattie connessi allo svolgimento dell'attività stessa, nonché per la responsabilità civile per i danni cagionati a terzi dall'esercizio dell'attività medesima
D.M. 25 maggio 1995: Criteri per l'individuazione delle attività commerciali e produttive marginali svolte dalle organizzazioni di volontariato
D.G.R. n. 15-12043 del 23 marzo 2004 L.R. n. 38/94: Valorizzazione e promozione del volontariato", art. 11: Consiglio regionale del volontariato: Composizione e modalità di funzionamento
D.M. 8 ottobre 1997: Modalità per la costituzione dei fondi speciali per il volontariato presso le regioni
Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per gli Affari Sociali: Disposizioni esplicative del D.M. 8 ottobre 1997 sostitutivo del D.M. 21 novembre 1991 concernente le modalità per la costituzione dei Fondi speciali per il volontariato presso le Regioni.


Registrazione dello Statuto delle organizzazioni di volontariato
Lo statuto deve essere registrato all'Agenzia delle Entrate: l'iscrizione è gratuita, (art. 8 L. 266/91); purtroppo si verifica che qualche ufficio non applichi l'esenzione per cui è opportuno che lo statuto venga registrato all'ufficio del Registro solo al termine della procedura per l'iscrizione cioè quando la Provincia iscrive l'Organizzazione all'albo regionale).

Assicurazione
Le organizzazioni di volontariato devono assicurare i propri aderenti che prestano attività di volontariato, contro gli infortuni e le malattie connessi allo svolgimento dell'attività stessa, nonché per la responsabilità civile per i danni cagionati a terzi dall'esercizio dell'attività medesima.

Revisione del Registro
Le organizzazioni di volontariato devono, trasmettere alle Province, entro il 31 luglio di ogni anno, una relazione dettagliata che illustri l'attività svolta, nonché copia del bilancio. Questo perché le Province devono provvedere alla revisione annuale del Registro al fine di verificare il permanere dei requisiti che hanno dato luogo all'iscrizione. Il venir meno dei requisiti comporta la cancellazione dell'organizzazione dal Registro regionale.


Per ulteriori approfondimenti:
- Il registro del volontariato (Regione Piemonte)



pubblicato: 06-07-2006 - modificato: 11-06-2013




FORMATO STAMPA

torna alla pagina precedente    

Home | Credits | Accessibilità | Termini e condizioni d’uso
Copyright © Città Metropolitana di Torino
Il sito è stato realizzato dall’ATI costituita da Apiceuropa Società Cooperativa, itaùt - information technology automazione di Gianfranco Osenga e da Pierangelo Bassignana
Sportello di informazione sociale - Via Bologna, n. 153 - 10152 Torino, Tel. 011.8614775 - Fax 011.8614844, E-mail: sportellosociale@provincia.torino.it

Numero Verde
  800666060