Città Metropolitana di Torino logo
vai a areaIMMIGRAZIONE vai a tipo
segui il nostro RSS (nuova finestra)    seguici su facebook (nuova finestra)    seguici su twitter (nuova finestra)

cerca nel sito
  • tipo ricerca
  •      

Valid XHTML 1.0 Strict   CSS Valido!
WCAG 1.0 (Level A)
Cittadinanza

La cittadinanza italiana si basa sul principio dello ius sanguinis (diritto di sangue), in virt¨ del quale il figlio nato da padre italiano o da madre italiana Ŕ italiano.

La Legge 5 febbraio 1992, n. 91 del (che ha sostituito la vecchia Legge 13 giugno 1912, n. 555) prevede diversi casi di acquisto della cittadinanza, alcuni automatici al verificarsi di certe condizioni e/o subordinati alla semplice dichiarazione di volontÓ dell'interessato (per nascita, per riconoscimento o dichiarazione giudiziale della filiazione, per adozione, per discendenza, per acquisto o riacquisto da parte del genitore, per nascita e residenza in Italia), altri subordinati al verificarsi di determinate condizioni, alla dichiarazione di volontÓ e a una decisione dell'AutoritÓ (per matrimonio, per naturalizzazione, quest'ultimo legato al periodo di residenza in Italia).
Sono poi previsti alcuni casi di perdita (per rinuncia, per revoca e, in casi particolari, a seguito dell'acquisto volontario di cittadinanza straniera) e di riacquisto della cittadinanza italiana. La perdita della cittadinanza italiana fa anche cessare l'obbligo di prestare il servizio militare.
Per i diversi casi di acquisto, di perdita o di riacquisto, sono previste diverse procedure, con diversi uffici competenti.

Per approfondimenti e maggiori informazioni:
- Cittadinanza per residenza, come fare? (Stranieri in Italia, 12 aprile 2013)
- Scheda sulla normativa in materia di cittadinanza
- Dossier su immigrazione e cittadinanza
- Immigrazione, inclusione e cittadinanza (Lavoce.info)
- Banca dati su immigrazione e asilo



pubblicato: 22-01-2003 - modificato: 15-04-2013




FORMATO STAMPA

torna alla pagina precedente    

Home | Credits | Accessibilità | Termini e condizioni d’uso
Copyright © Città Metropolitana di Torino
Il sito è stato realizzato dall’ATI costituita da Apiceuropa Società Cooperativa, itaùt - information technology automazione di Gianfranco Osenga e da Pierangelo Bassignana
Sportello di informazione sociale - Via Bologna, n. 153 - 10152 Torino, Tel. 011.8614775 - Fax 011.8614844, E-mail: sportellosociale@provincia.torino.it

Numero Verde
  800666060