Città Metropolitana di Torino logo
vai a areaGIOVANI vai a tipo
segui il nostro RSS (nuova finestra)    seguici su facebook (nuova finestra)    seguici su twitter (nuova finestra)

cerca nel sito
  • tipo ricerca
  •      

Valid XHTML 1.0 Strict   CSS Valido!
WCAG 1.0 (Level A)
Impegno sociale e politico


Volontariato
On line è disponibile un database cerca-trova che intende mettere in contatto le associazioni di volontariato e del terzo settore con i giovani che vogliono svolgere attività (anche lavorative) nel settore del non profit.

Con la Legge 6 marzo 2001, n. 64 è stato creato il Servizio Civile Nazionale, per:
- favorire la realizzazione dei principi costituzionali di solidarietà sociale;
- promuovere la solidarietà e la cooperazione, a livello nazionale e internazionale, con particolare riguardo alla tutela dei diritti sociali, ai servizi alla persona e all'educazione alla pace fra i popoli;
- partecipare alla salvaguardia e tutela del patrimonio ambientale, anche sotto l'aspetto dell'agricoltura in zona di montagna, forestale, storico-artistico, culturale e della protezione civile;
- contribuire alla formazione civile, sociale, culturale e professionale dei giovani mediante attività svolte anche in enti e amministrazioni che operano all'estero.

Volontariato in ambito europeo
Il Servizio Civile può essere svolto anche all'estero presso le sedi degli enti che realizzano progetti d'impiego, oppure nell'ambito di iniziative di servizio civile dell'Unione europea, nei Paesi in via di sviluppo per progetti di cooperazione internazionale e in missioni umanitarie.
Il Servizio Volontario Europeo prevede dei progetti di volontariato nell'ambito dell'Europa (Unione Europea, Europa dell'Est e Paesi del Mediterraneo). Possono accedervi giovani d'età compresa tra i 18 e i 30 anni. Tali progetti, dalla durata variabile (6-12 mesi), prevedono, oltre all'attività di volontariato prescelta, una parte formativa. Il volontario ha garantito vitto, alloggio, assicurazione, spese di viaggio e una piccola indennità mensile.

A livello istituzionale europeo è possibile navigare sul sito di Eurodesk, il progetto nato in Scozia nel 1990 per favorire l'accesso dei giovani alle opportunità di mobilità (studio, lavoro, formazione, volontariato, conoscenze, esperienze) offerte loro dai programmi comunitari. Sul sito è possibile approfondire le tematiche relative alle politiche giovanili in Europa.

Volontariato in ambito internazionale
Esiste inoltre la possibilità, per i ragazzi con più di 18 anni, di vivere un'esperienza di volontariato di breve periodo (durata tra i 10 e i 20 giorni) in cui vengono realizzate attività per sostenere servizi sociali e comunitari, progetti culturali, ambientali e di solidarietà. Si tratta dei Campi di lavoro internazionali, che permettono di avvicinarsi al mondo del volontariato partecipando ad attività di solidarietà, di trascorrere una vacanza "diversa" e autorganizzata molto economica, nonché di arricchire il proprio curriculum personale partecipando a un'esperienza il cui valore formativo è ormai formalmente riconosciuto dalle istituzioni scolastiche e dai datori di lavoro. Ai partecipanti ai Campi è richiesta la conoscenza, anche minima, della lingua inglese e una buona motivazione. In media il lavoro occupa circa cinque ore al giorno, mentre il resto del tempo è dedicato ad attività di animazione, escursioni, visite, incontri con la popolazione locale e con le associazioni locali.

Impegno politico
In un momento storico in cui la situazione socio-politica (non solo italiana), appare alquanto instabile, non è agevole poter fornire una "mappa" schematica, o almeno alcuni riferimenti web su gruppi, associazioni e movimenti politici giovanili. Sembra superfluo suggerire di navigare costruendo da sè un'identità socio-politica.
In ogni caso, per reperire informazioni su partiti e organizzazioni politiche nel mondo è possibile navigare sul sito Political Resources on the Net (in inglese).
Per quanto riguarda federazioni giovanili di partito o gruppi che in Italia si occupano di politica con la loro attività, è possibile accedere a una specifica pagina di Wikipedia che si occupa dell'argomento attraverso una non esaustiva mappa di organizzazioni, gruppi e movimenti.
Rispetto all'area dell'autonomia, è possibile reperire informazioni nella Rete sui Centri Sociali Autogestiti.



pubblicato: 11-11-2002 - modificato: 20-09-2010




FORMATO STAMPA

torna alla pagina precedente    

Home | Credits | Accessibilità | Termini e condizioni d’uso
Copyright © Città Metropolitana di Torino
Il sito è stato realizzato dall’ATI costituita da Apiceuropa Società Cooperativa, itaùt - information technology automazione di Gianfranco Osenga e da Pierangelo Bassignana
Sportello di informazione sociale - Via Bologna, n. 153 - 10152 Torino, Tel. 011.8614775 - Fax 011.8614844, E-mail: sportellosociale@provincia.torino.it

Numero Verde
  800666060