Città Metropolitana di Torino logo
vai a areaFAMIGLIE vai a tipo
segui il nostro RSS (nuova finestra)    seguici su facebook (nuova finestra)    seguici su twitter (nuova finestra)

cerca nel sito
  • tipo ricerca
  •      

Valid XHTML 1.0 Strict   CSS Valido!
WCAG 1.0 (Level A)
Astensione obbligatoria



In gravidanza le donne hanno diritto ad usufruire di un periodo di congedo. Con riferimento al congedo di maternitÓ, le donne non possono lavorare:
- nei 2 mesi che precedono la data presunta del parto; si deve far riferimento alla data indicata sul certificato medico, anche se ci pu˛ essere errore di previsione;
- nei 3 mesi che seguono il parto.
La lavoratrice pu˛ decidere di astenersi dal lavoro a partire da un mese prima e nei quattro successivi al parto, se questa scelta non mette a rischio la sua salute e quella del bambino.

La legge, in un'ottica sempre pi¨ paritaria tra i due sessi, tutela anche i diritti del padre lavoratore. In particolare Ŕ estesa la maternitÓ obbligatoria, dopo il parto, al padre lavoratore.
Ecco i casi in cui Ŕ ammesso il congedo di paternitÓ:
- grave malattia e morte della madre;
- abbandono e affidamento esclusivo del bambino al padre;
- madre che non lavora o non Ŕ lavoratrice dipendente.

Il congedo obbligatorio pu˛ essere fruito anche da lavoratrici e lavoratori nel caso di adozione o affido di un bambino di etÓ non superiore ai sei anni. Il congedo deve essere fruito nei primi tre mesi di ingresso in famiglia del bambino. Nel caso di adozioni o affidamenti preadottivi internazionali, il congedo spetta anche se il minore ha superato i sei anni di etÓ e fino al compimento dei diciotto anni.

Fonte: Intrage

Per approfondimenti e maggiori informazioni:
- Il rapporto famiglia e lavoro
- L'INPS sull'astensione obbligatoria






pubblicato: 22-11-2005 - modificato: 24-02-2012




FORMATO STAMPA

torna alla pagina precedente    

Home | Credits | Accessibilità | Termini e condizioni d’uso
Copyright © Città Metropolitana di Torino
Il sito è stato realizzato dall’ATI costituita da Apiceuropa Società Cooperativa, itaùt - information technology automazione di Gianfranco Osenga e da Pierangelo Bassignana
Sportello di informazione sociale - Via Bologna, n. 153 - 10152 Torino, Tel. 011.8614775 - Fax 011.8614844, E-mail: sportellosociale@provincia.torino.it

Numero Verde
  800666060