Città Metropolitana di Torino logo
vai a areaDIPENDENZE vai a tipo
segui il nostro RSS (nuova finestra)    seguici su facebook (nuova finestra)    seguici su twitter (nuova finestra)

cerca nel sito
  • tipo ricerca
  •      

Valid XHTML 1.0 Strict   CSS Valido!
WCAG 1.0 (Level A)
HIV/AIDS

Lo Human Immunodeficiency Virus (HIV) è il virus dell'immunodeficienza umana che determina la malattia infettiva comunemente chiamata AIDS (Acquired Immune Deficiency Syndrome - Sindrome da immunodeficienza acquisita).
In Italia, il virus ha fatto la sua comparsa all'inizio degli anni Ottanta fra i gruppi di tossicodipendenti, che sono ancora oggi la fascia di popolazione più esposta al rischio di infezione.
Quando una persona entra in contatto con il virus dell'HIV/AIDS può diventare sieropositiva. Questo può succedere dopo un certo periodo, denominato "periodo finestra", che può durare fino a sei mesi. Sieropositivo è chi, al test, risulta positivo alla ricerca di anticorpi dell'HIV nel siero.
La malattia impedisce alle difese immunitarie dell'organismo di fronteggiare adeguatamente le infezioni in presenza delle quali si determina un irreversibile decadimento generale.
L'AIDS è una malattia complessa caratterizzata dalla perdita delle difese immunitarie dell'organismo umano a causa dell'azione di un virus specifico. Le persone sono così molto più facilmente esposte a malattie che l'organismo sarebbe normalmente in grado di combattere. Queste malattie diventano gravi e mortali. Allo stato attuale delle conoscenze non c'è nessun tipo di cura che possa sconfiggere l'AIDS.
Esistono, tuttavia, diversi farmaci o associazioni di farmaci che possono rallentare notevolmente l'evoluzione dell'infezione da HIV/AIDS e la progressione della malattia, oltre che farmaci per combattere le principali infezioni opportunistiche quando la malattia è già in fase conclamata.

Il virus non si trasmette nei contatti quotidiani. E' sufficiente rispettare le comuni norme igieniche (non usare oggetti che possono entrare in contatto con il sangue).
Al contrario, il virus si trasmette: per via ematica (scambio di siringhe, trasfusione di sangue infetto), per via sessuale (sia omosessuale che eterosessuale. Il virus può essere presente anche in liquidi biologici come sperma e secrezioni vaginali), per via verticale (da madre a figlio durante la gravidanza).

Dal 1985 il test dell'HIV sul sangue donato è obbligatorio e questo provvedimento ha quasi ridotto a nullo il rischio di contagio da trasfusione.


Per approfondimenti e altre informazioni:
- Documentazione del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute
- Dati, statistiche, analisi della situazione dell'HIV/AIDS nel mondo sul sito dell'UNAIDS
- Centro Nazionale AIDS (Istituto Superiore della Sanità)


pubblicato: 09-01-2003 - modificato: 27-03-2013




FORMATO STAMPA

torna alla pagina precedente    

Home | Credits | Accessibilità | Termini e condizioni d’uso
Copyright © Città Metropolitana di Torino
Il sito è stato realizzato dall’ATI costituita da Apiceuropa Società Cooperativa, itaùt - information technology automazione di Gianfranco Osenga e da Pierangelo Bassignana
Sportello di informazione sociale - Via Bologna, n. 153 - 10152 Torino, Tel. 011.8614775 - Fax 011.8614844, E-mail: sportellosociale@provincia.torino.it

Numero Verde
  800666060