Città Metropolitana di Torino logo
vai a areaANZIANI vai a tipo
segui il nostro RSS (nuova finestra)    seguici su facebook (nuova finestra)    seguici su twitter (nuova finestra)

cerca nel sito
  • tipo ricerca
  •      

Valid XHTML 1.0 Strict   CSS Valido!
WCAG 1.0 (Level A)
Residenza Sanitaria Assistenziale (R.S.A.)




Particolare rilievo nell'assistenza geriatrica assumono le Residenze Sanitarie Assistenziali (R.S.A.) che sono strutture create per fornire le necessarie prestazioni sanitarie e socio-assistenziali agli anziani non autosufficienti e nei casi in cui non siano praticabili le cure domiciliari.
Secondo le indicazioni stabilite dalle linee guida del Ministero della Salute, sono strutture a metà strada tra una casa albergo e un ospedale vero e proprio. In media devono avere 60 posti letto, suddivisi in settori da 20-25. Solo in aree densamente popolate si può arrivare a strutture di 120 posti letto.
Le R.S.A. si trovano generalmente in zone già urbanizzate, collegate da mezzi pubblici ai centri urbani per evitare ogni forma di isolamento delle persone anziane o difficoltà di incontro con i familiari o di allontanamento dall'ambito sociale di appartenenza.
Agli ospiti è destinata una camera che divideranno al massimo con altre tre persone, dotata di bagno autonomo. Soprattutto nelle residenze di recente costruzione vengono proposti modelli abitativi di tipo para familiare.
L'accesso alle R.S.A. è condizionato dall'accertamento della non autosufficienza da parte dell'UVG.
L'accesso può essere di due tipi:
a) privato. In questo caso la richiesta è fatta dal soggetto interessato o dal suo tutore o amministratore di sostegno o da un congiunto. Tutte le spese (quota sanitaria e quota alberghiera) sono a carico del ricoverato e/o di coloro che hanno sottoscritto il contratto;
b) tramite l'ASL. In questo caso la quota sanitaria è interamente a carico dell'ASL. L'importo di questa quota, ai sensi dell'art. 54 della Legge 289/2002, non può essere inferiore al 50% dell'importo totale. La quota alberghiera è a carico dell'interessato nell'ambito delle sue personali risorse economiche (redditi e beni mobili e immobili), ai sensi dell'art. 25 della Legge 328/2000 e decreti legislativi 109/1988 e 130/2000. Sono previste franchigie per la casa di proprietà abitata dal malato prima del ricovero e per i beni mobili.
In genere viene riservata all'utente una quota per le piccole spese personali.


Elenco dei presidi socio-assistenziali del Piemonte


pubblicato: 29-05-2003 - modificato: 04-01-2013




FORMATO STAMPA

torna alla pagina precedente    

Home | Credits | Accessibilità | Termini e condizioni d’uso
Copyright © Città Metropolitana di Torino
Il sito è stato realizzato dall’ATI costituita da Apiceuropa Società Cooperativa, itaùt - information technology automazione di Gianfranco Osenga e da Pierangelo Bassignana
Sportello di informazione sociale - Via Bologna, n. 153 - 10152 Torino, Tel. 011.8614775 - Fax 011.8614844, E-mail: sportellosociale@provincia.torino.it

Numero Verde
  800666060